Ti trovi in:

Home » Territorio » La cittadina di Ricadi

Menu di navigazione

Territorio

La cittadina di Ricadi

di Martedì, 17 Giugno 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 09 Luglio 2014

E' un panorama stupendo. E quando di giorno, dalla punta del mio promontorio guardo gli scogli e le spiaggette cento metri sotto e il mare limpidissimo che si fa subito blu profondo, so di trovarmi in uno dei luoghi più belli della terra. Ecco qui mi costruirò con le mie mani un rifugio di pietre e avrò intorno un pezzo di terra per farne un orto, non molto grande naturalmente perché non ho forza nelle braccia che troppo poco conoscono la fatica, e penso che in conclusione questo potrebbe andar bene come luogo della mia vita e anche della mia morte.

Giuseppe Berto

Es ist ein wunderbares Panorama. Und wenn ich des Tages von meinem Vorgebirge blicke, die Felsen, Riffe und Strände hundert Meter drunten sehe und das glasklare Meer, schnell in blane Tiefen hinabsinkend, dann weiß ich mich an einem der schönsten Flecken unserer Erde. …hier werde ich mit eigenen Händen ein Hǖtte aus Feldsteinen bauen, herum ein Stǖck Land bebauen als Garten, nicht allzu groß natǖrlich, weil ich die Kraft nicht in den Armen habe: zu wenig sind sie Plackerei gewohnt. Und ich denke, am Ende wird das alles gut werden – ein Ort, wo ich leben kann und auch sterben.

 Giuseppe Berto

The view is simply breathtaking. When, at any time of day, from the tip of my bluff I behold the rocks and the seashore one-hundred metres below, and the crystal-clear, deep-blue sea, then I am aware of being in one of the most beautiful places on earth. … well here – on this very spot of land – I shall build a stone den for myself, with my own two hands, with all around a patch for a kitchen garden, not too big s one, though, for my limbs are not very accustomed to toil. All in all, I think that this plot will suit me for the rest of my life, and death.

Giuseppe Berto

Immagine decorativa

Il comune di Ricadi è situato tra il golfo di Sant'Eufemia (Lamezia Terme - CZ) e quello di Gioia Tauro (RC). Proprio il promontorio di Capo Vaticano divide i due golfi calabresi. A Nord confina con il comune di Tropea, a Sud con quello di Joppolo e ad Est, verso l'entroterra (Monte Poro), con quelli di Drapia e di Spilinga, tutti appartenenti alla provincia di Vibo Valentia. Ad ovest, invece, è bagnato per 12 km dal mar Tirreno.

Reperti storici

ll Comune, attualmente, è composto da Ricadi capoluogo e da alcune frazioni; Lampazzone, Barbalaconi , Orsigliadi, Brivadi, S. Nicolò, Ciaramiti e infine Santa Domenica.
La nascita di questi villaggi o frazioni, come oggi si chiamano, si perde nella notte dei tempi. Il Comune di Ricadi è abitato da epoche assai lontane e porta, ancora visibili, le tracce delle antiche genti. Una necropoli preistorica è stata scoperta a S. Domenica con le tipiche tombe a cupola scavate nell’arenaria, insieme a reperti di grandissimo interesse storico e archeologico resti di necropoli paleocristiane sono visibili a Ricadi, Brivadi, S. Nicolò e Santa Domenica. Molti reperti originari della zona di Ricadi dalla preistorica all’età greco-romana paleocristiana sono ora conservati nei Musei di Reggio Calabria e di Nicotera, ma purtroppo molti di più sono stati distrutti dalla furia devastatrice del cemento armato e della insipienza e ignoranza di coloro che erroneamente credono di costruire il progresso distruggendo le testimonianze del passato o i rapporti delle popolazioni con la loro storia.
Da insediamenti di età greca rimangono cocci disseminati in quantità notevoli tra Santa Maria di Ricadi e Torre Ruffa , mentre tracce di edifici di età romana si rinvengono i quasi tutto il territorio.
A Ricadi nacque Giuseppe Antonio Ruffa (1754-1816) studioso di filosofia, ma anche appassionato di ricerche matematiche e naturalistiche. Fu maestro di Pasquale Galluppi (1770-1846) noto filosofo di Tropea.

Immagine decorativa

Gli antichi borghi pure se hanno poco di monumentale sono incredibilmente ricchi di storia, di leggende, tradizioni e folklore: Ciaramiti, il più piccolo, è forse il più suggestivo. Santa Domenica, in un'ampia cornice di agrumi, chiamato così dal nome della santa, martirizzata al tempo di Diocleziano, nativa di questo luogo.

Cosa visitare a Ricadi

Curiosità su Ricadi ed il territorio circostante

Le frazioni del Comune di Ricadi sono

  • Barbalaconi - 1,11 km da Ricadi
  • Brivadi - 1,68 km da Ricadi
  • Ciaramiti - 2,87 km da Ricadi
  • Lampazzone - 4,01 km da Ricadi
  • Orsigliadi - 0,85 km da Ricadi
  • San Nicolò - 2,06 km da Ricadi
  • Santa Domenica - 4,24 km da Ricadi
  • Santa Maria - 2,47 km da Ricadi
  • Stazione di Ricadi - 3,01 km da Ricadi
  • Torre Marino - 3,96 km da Ricadi
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam